close

Gruppo Archeologico Brindisino

Il Gruppo Archeologico Brindisino fa parte dei Gruppi Archeologici (G.A.) d’Italia. È un’associazione di volontariato che si occupa della tutela, della valorizzazione e della salvaguardia del patrimonio storico, archeologico e più in generale culturale del nostro territorio, collaborando con le Istituzioni preposte. Il Gruppo Archeologico Brindisino è nato nel 2010 e da subito si è attivato nella promozione del territorio e nel far conoscere, attraverso un linguaggio semplice e comprensibile a chiunque, i monumenti e la storia millenaria della città di Brindisi.

Numerose sono le attività svolte dal Gruppo, oltre la salvaguardia del nostro patrimonio culturale, anche: visite guidate ed escursioni, documentari, conferenze, lezioni presso le scuole e le associazioni, in più abbiamo istituito una biblioteca dedicata allo studioso di cultura e di tradizioni popolari brindisine “Raffaele Cucci”; creando così una raccolta di libri, video e foto della storia di Brindisi e non solo, da mettere a disposizione di quanti hanno bisogno di leggere, ricercare, studiare e confrontare.

Lavoriamo per partecipare attivamente alla valorizzazione e alla salvaguardia del patrimonio artistico e monumentale
della città di Brindisi. È questa la principale missione del Gruppo Archeo Brindisi. Il primo importante risultato è stato ottenuto nell’iniziativa che ha visto il recupero della “Maschera di Crono”, unica testimonianza della demolita Torre dell’Orologio. Il manufatto in carparo di Trepuzzi è stato per anni abbandonato nel cortile del Tempio di San Giovanni al Sepolcro, ma grazie all’interessamento e alla sensibilizzazione del GAB, è stato restauro e collocarlo in una delle sale di Palazzo Granafei-Nervegna.

Un’altra interessante iniziativa intrapresa dal Gruppo Archeo riguarda la salvaguardia del patrimonio architettonico e paesaggistico del territorio brindisino, in particolare il recupero delle torri costiere. I componenti del gruppo sin dall’estate del 2010 hanno attivato una campagna di coinvolgimento dell’opinione pubblica e degli amministratori locali e funzionari ministeriali sul tema specifico, dapprima con la realizzazione ed il posizionamento, nei pressi delle torri, di alcuni pannelli illustrativi (a totale carico del G.A.B.) utili a far conoscere la storia e le vicende che questi antichi baluardi hanno da raccontare, e contestualmente la produzione di un video documentario inerente le torri costiere. L’interessante documento è stato presentato durante un incontro organizzato (venerdì 28 gennaio 2011) presso la sala congressi di Palazzo Granafei Nervegna, quando è stato anche illustrato un possibile progetto per la salvaguardia e la riqualificazione delle torri e le proposte su possibili itinerari da realizzare attraverso percorsi archeologici, naturalistici, cicloturistici e didattici nella varie zone d’interesse. Al convegno sono intervenuti il Vicesindaco Mauro D’Attis, il prof. Giacomo Carito, il Prof. Antonio Caputo, il Dott. Giuseppe Maddalena e il Dott. Domenico Saponaro.

Il G.A.B. opera per tutti i cittadini di Brindisi e non solo, per le scuole, ma anche per i turisti. Si opera nell’ambito artistico, storico, culturale e monumentale. Inoltre ci siamo da sempre serviti dei mezzi di comunicazione come: giornali, emittenti televisive, web, ecc…

Il Gruppo Archeologico Brindisino ha collaborato con diversi enti ed associazioni, in particolare con il vicino Gruppo Archeologico Terra d’Otranto, AUSER Brindisi, WWF Brindisi, il Comune, l’ufficio per i Beni Ecclesiastici di Brindisi/Ostuni, ecc…

[easingsliderpro id=”15″]

 

Referenti: Danny Vitale, Antonella Romano
Mail: garbrin@libero.it
Telefono: 347.8705186
Sito web: www.archeobrindisi.it
Facebook: www.facebook.com/gruppoarcheo.brindisi