close

Viaggio a tappe nelle aree inquinanti di Brindisi

Viaggio a tappe nelle aree inquinanti di Brindisi - I Love Brindisi

 

In questi giorni si svolge a Parigi l’incontro internazionale sul Climate Change dedicato al riscaldamento globale e ai cambiamenti climatici in atto su tutto il pianeta. In concomitanza, il movimento No al carbone di Brindisi mette in rete il video dedicato a raccontare il Tour dei veleni: Viaggio a tappe nelle aree inquinanti di Brindisi.

paris_cop21 - I Love Brindisi

La Cop 21 sul clima (la XXIesima conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite) punta a concludersi con uno dei più solidi trattati ambientali internazionali di sempre, durerà dodici giorni e riporterà l’attenzione anche sugli accordi presi nel corso delle precedenti conferenze, come quella di Kyoto o quella di Copenhagen. Tra gli obiettivi da raggiungere, secondo alcuni scienziati, voler ridurre le emissioni di anidride carbonica tra il 40 e il 70 per cento entro il 2050 e raggiungere la carbon neutrality (zero emissioni) entro la fine del secolo.

parigi clima - I Love Brindisi

Non è un caso se il video sul viaggio a tappe nelle aree inquinanti di Brindisi prodotto da No al carbone, viene lanciato proprio in questi giorni per “stimolare innanzitutto la curiosità di comprendere fino in fondo, quale sia la portata dello scempio messo in atto sulla nostra terra, in nome di una mai mantenuta promessa di prosperità e benessere” spiegano i membri del movimento.

Mentre i grandi del mondo si incontrano in una capitale blindata per discutere se riflessioni e accordi riguardanti il futuro del clima del nostro pianeta, con questo breve documentario partiamo dal locale per capire attraverso il percorso del tour, quali sono gli insediamenti più inquinanti e a rischio di incidente rilevante sul territorio brindisino. Dalla visione del video, appare chiara sin da subito l’assoluta impossibilità di impostare il futuro del territorio puntando su di un modello di sviluppo figlio della seconda rivoluzione industriale. Anacronistica a quanto pare, stando agli spot lanciati dai grandi a Parigi.

“Quello di cui si discuterà a Parigi – si legge in una nota del movimento – è proprio sul come iniziare ad uscire da un’epoca, quella dei fossili, che ha esaurito il suo slancio propulsivo sia come volano per l’economia sia come capacità di incidere sul livello occupazionale”.

veleni tour - I Love Brindisi

Inoltre, le cronache recenti, raccontano come questa strada sia stata già intrapresa. Basta pensare alla oramai imminente e definitiva chiusura di Edipower e alla volontà di disimpegno di Versalis – Eni – da quel petrolchimico che ha perso la sua capacità di creare profitto per l’azienda.

Per il viaggio a tappe nelle aree inquinanti di Brindisi non mancano gli inviti alle istituzioni locali e regionali. Mentre a Parigi si incontrano i grandi politici mondiali, come si vede nel filmato, al Tour dei veleni hanno partecipato quelli locali, come il Sindaco di Brindisi, Mimmo Consales. I No al carbone, nei giorni scorsi, hanno ufficialmente invitato anche il Governatore regionale Emiliano a partecipare ad un Veleni Tour a lui dedicato. Un incontro che bisogna leggere come un appuntamento ideale per raccontare anche al “Sindaco di Puglia” gli step programmatici necessari per affrancare una volta per tutte il nostro territorio e i cittadini dall’era dei fossili. Perché non serve sedere ai tavoli dei grandi per invogliare al cambiamento, alle volte basta un autobus di linea urbana.

Guarda il video sul Veleni tour: Viaggio a tappe nelle aree inquinanti di Brindisi