close

Coreutica

10 agosto 2015
Coreutica ExFadda

Danza, fondata da Miguel Angel Berna, coreografo del corpo di danza della Notte della Taranta – edizione 2014, e dall’altra San Vito dei Normanni, il paese pugliese che dà il nome alla oramai nota pizzica di San Vito, con i suoi protagonisti, i depositari e gi sperimentatori.
Il fermento non passa per i canali ufficiali e per questo tracciamo un nuovo solco che in profondità attraversa le coste del Mediterraneo, dando vita ad un evento di ampia risonanza, capace di conservare lo stesso spessore culturale dei suoi promotori.
COREUTICA nasce dall’incontro tra Arkhè Danza e la World Music Academy (WMA) con sede a San Vito dei Normanni presso il centro culturale ExFadda. Due realtà nate dalla sperimentazione si mettono a confronto per lavorare insieme ad un ambizioso progetto.
Non è un caso che il fondatore della WMA sia cresciuto nello storico gruppo sanvitese Taricata che da 40 anni opera nel campo della ricerca, valorizzazione e sviluppo della musica tradizionale sanvitese. Mario Ancora, il fondatore, è stato il primo a conferire a quella particolare pizzica in minore il nome di Pizzica di San Vito.
IL PROGETTO
COREUTICA è un progetto di cooperazione internazionale dal basso e insieme un’occasione di sviluppo del territorio che si esprime in una residenza artistica che si svolgerà dal 14 al 20 agosto presso il centro di sperimentazione culturale ExFadda di San Vito dei Normanni. L’idea nasce dalla volontà di Arkhè, realtà guidata dai coreografi internazionali Miguel Angel Berna (coreografo della Notte della Taranta edizione 2014) e Manuela Adamo, di realizzare una residenza artistica in Italia. Il motivo che spinge a confrontarsi con il nostro sud nasce dalle ricerche, che Arkhè Danza ha compiuto sul fenomeno del tarantismo in Spagna, e dalla scoperta di interessanti assonanze tra la pizzica a scherma spagnola e quella salentina, tra i ritmi e i suoni di due terre vicine. Arkhè si è impegnata nella traduzione in italiano di un importante volume sul Tarantismo, sulla riedizione in Spagna della ricerca
di Marius Schneider.
Gli artisti della World Music Academy (WMA), centro sperimentale di formazione di world music con sede a San Vito dei Normanni, hanno intercettato questa volontà, condividendo a pieno la mission di Arkhè di contribuire alla preservazione e sperimentazione artistica del patrimonio immateriale. Il legame di profonda stima nei confronti del giovane e talentuoso ballerino Andrea De Siena, artista sanvitese residente attualmente a Saragozza e componente del corpo di danza guidato da Miguel Angel Berna, è all’origine dell’incontro tra le due realtà. La WMA con questo progetto vuole dare l’occasione giusta a San Vito dei Normanni di concentrare le forze delle diverse realtà culturali sanvitesi, custodi e sperimentatrici della musica popolare, per dare nuova forza e linfa al paese stesso che si apre all’Europa. L’incontro e il progetto rendono visibile e tangibile un ponte tra la Spagna e l’italia, tra Saragozza e San Vito dei Normanni, tra le danze della Jota e della Pizzica di San Vito.
Il progetto accoglie quindi la crescente attenzione verso l’obiettivo della salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, come da Convenzione Unesco, con iniziative che, in attuazione delle vigenti politiche culturali regionali ed europee portano a rielaborare e contaminare quello che arriva dalla tradizione e si muove alla ricerca di nuovi sound.
La residenza si concentra sulle peculiarità delle due culture e cerca i punti d’accordo in un’ottica che tende alla preservazione delle conoscenze fino ad ora raccolte e a svilupparle in nuovi percorsi di sperimentazione artistica.
I PROTAGONISTI
Da Saragozza (Spagna): Arkhè Danza nasce dall’incontro delle diverse tradizioni musicali e coreutiche del Mediterraneo. Il progetto si sviluppa oltre che in Spagna, anche in Italia: Arkhè Italia è un progetto culturale che nasce in parallelo con Arkhè Spagna. Miguel Ángel Berna e Manuela Adamo, coreografi, insegnanti e ballerini dalla pluriennale esperienza in Spagna circa la rielaborazione delle danze tradizionali, sono i fondatori dei rispettivi progetti. Grazie alle analogie che legano costantemente la storia di Spagna ed Italia – come tradizioni, musica, danza, riti, cultura e, soprattutto, Tarantismo – si è aperta la strada ad un lungo lavoro di studio, formazione e costante informazione circa queste connessioni tra i due paesi.
Il progetto Arkhè si propone innanzitutto come un laboratorio multidisciplinare che dispone di un ampio ventaglio di attività e nel quale gli artisti che ne fanno parte vengono formati in maniera poliedrica, dando la stessa importanza tanto al punto di vista didattico-coreutico quanto a quello metodologico e di formazione per quanto riguarda lo studio del Tarantismo. Tra le attività proposte tanto da Arkhè Italia quanto da Arkhè Spagna vi sono laboratori didattici di Danze tradizionali, Laboratori Coreografici basati sulla rielaborazione e stilizzazione, Danza Terapia, Perfomance ed un Progetto Editoriale che fa da sfondo alla costante volontà di ricerca, studio ed approfondimento in cui i due progetti sono impegnati.
I componenti dei relativi progetti, oltre ai fondatori, sono per l’Italia Chiara Dell’Anna, Andrea De Siena e Vania Venneri; e per la Spagna Pablo Perez Alonso.
Da San Vito dei Normanni (Italia): attualmente diverse realtà si occupano in maniera sia professionale che dilettantistica di musica e ricerca in ambito popolare: Taricata, Epifani Barbers, World Music Academy, Circolo Mandolinistico, Salientes e tanti altri appassionati. Il progetto fornisce l’occasione per sviluppare ufficialmente una rete di collaborazioni con l’intento unico di avviare in maniera programmatica azioni che tendano a preservare il nostro patrimonio creandone un brand culturale, la pizzica di San Vito.
I diversi attori collaboreranno a più livelli: World Music Academy diretta da Vincenzo Gagliani, è la realtà ideatrice e incaricata del coordinamento dello svolgimento delle attività formative e performative, insieme ad Arkhè. Il progetto sanvitese opera con un approccio trasversale in ambito musicale, in particolare in quello della world music, accogliendo alcuni tra i migliori esponenti e sperimentatori italiani di musica etnica del mondo.
La formazione storica Taricata di Mario Ancora ha il delicato compito di guidare gli artisti ospiti nel viaggio che li porterà a conoscere la “cultura della pizzica”. La scelta dei Taricata come gruppo ospitante è giustificata soprattutto dal fatto che il suo fondatore Mario Ancora, incarna storicamente la figura più rappresentativa e prolifica nel campo della ricerca e della prima formazione di ragazzi che col tempo si sono dimostrati artisti capaci e riconosciuti nel campo della World Music come i maestri Mimino Epifani, Vincenzo Gagliani e Giuseppe Grassi che hanno sviluppato nel tempo progetti artistico-culturali di rilievo nell’ambito della world music (Epifani Barbers, World Music Academy, Circolo mandolinistico ) e capaci come sono di sviuppare percorsi artistici e formativi originali senza mai dimenticare la proprie radici musicali. Il 15 agosto, data dello storico concerto dei Taricata, diventerà occasione di confronto artistico tra Arkhè Danza, assieme ai musicisti aragonesi, e gli artisti della formazione sanvitese.
Il Circolo Mandolinistico ospiterà alcune attività laboratoriali sugli strumenti della tradizione aragonese e sanvitese. Il Circolo, fondato nel 1934, è la realtà depositaria della tradizione del mandolino nelle barberie e nelle botteghe di San Vito dei Normanni. La sua sede è nella piazza del paese e rappresenta il luogo in cui diversi linguaggi d’espressione sul mandolino, antichi e nuovi, si incontrano e dialogano constantemente. Tra i soci compaiono Giuseppe Grassi e Mimino Epifani, artisti sperimentatori e grandi conoscitori delle tecniche e della storia del mandolino.
Periodo: 14 – 20 agosto 2015
Location: ExFadda (spazi interni ed esterni) e altri luoghi di interesse di San Vito dei Normanni.
Attività: Durante i giorni della residenza, verranno svolti laboratori di danze popolari e di danze coreografate, corsi di tamburello e laboratori comparativi di musica spagnola e italiana, momenti di performance come il concerto del 15 agosto con i Taricata, aperitivi musicali itineranti a cura del Circolo Mandolinistico, convegni e jam session con artisti e ricercatori affermati di world music.

Contatti : arkhedanza@gmail.com, World Music Academy (FB)