close

Tutti gli ospiti dello Yeahjasì! 2014

Lo stavamo aspettando da tempo ed eccolo finalmente il calendario della nuova edizione dello Yeahjasì!, la due giorni di musica live e workshop in programma i prossimi 4 e 5 agosto 2014 all’Ex Fadda di San Vito dei Normanni. Il bello del festival è che non accoglie “solo” volti e nomi conosciuti del panorama musicale rock indipendente italiano, ma li fa entrare in contatto con le band pugliesi emergenti, facendoli suonare dal vivo sullo stesso palco.

Ecco i nomi delle band e dei musicisti pugliesi che vedremo live nella terza edizione dello Yeahjasì:

Lunedì 4 agosto è la volta di Giooge, MinimAnimalist, Non Giovanni, PlofSofia Brunetta;

Martedì 5 agosto sarà la volta di Fukjo, The Black Spot, Moustache PrawnPh-, Thee Elephant. 

Due righe su ognuno di loro:

Giovanni Creti (in arte Giooge), è un poliedrico musicista brindisino. Nel suo progetto solista raccoglie brani di matrice strumentale arricchiti da una voce che segue e persegue traiettorie declamatorie più che cantate. Mescola psichedelia, influenze classiche ed incursioni rumoristiche.

giooge_ilovebrindisi
Giooge – My mistic owl

I MinimAnimalist sono un duo strumentale essenziale e potente composto da Fabio Cazzetta (batteria) e Davide Bianco (chitarra elettrica); uno dei progetti musicali nati grazie alle collaborazioni estemporanee proposte da Yeahjasì Bpf.

Un “umile servitore” della nuova canzone d’autore italiana si definisce Non Giovanni, al secolo Giovanni Santese, che rivisita lo stile classico dei cantautori in una dimensione pop, moderna e leggera, dal sound elettrico e colorato. I suoi testi sono un crossover fra tradizione e sperimentazione linguistica, pregni di storie d’amore, quotidiane, di persone.

Non Giovanni - Io sarò famoso
Non Giovanni – Io sarò famoso

PloF è una formazione nata in occasione di un concerto in un circolo Arci, quasi per gioco. L’intento del gruppo è quello di emulare musicalmente l’atmosfera del mondo dei fumetti e dei cartoni animati, condendo il tutto con suoni acidi e note di umorismo.

L’istinto musicale di Sofia Brunetta si muove in territori apparentemente distanti, ma i confini si annullano grazie alla curiosità di uno spirito eclettico e sempre in continua ricerca. Nelle sue canzoni mescola il trasporto del soul, la sfrontatezza del rock, il battito del funk e un’attitudine indie.

Fukjo è un’evoluzione sonora dall’animo sperimentale ed eclettico che attinge linfa dalle radici nel noise di fine millennio. Sonorità aspre e dolci melodie si amalgamano per dare vita ad una musica potente di cui si fanno interpreti Giuseppe Dagostino, Enzo Cannone e Giuseppe Perrone.

Moustache Prawn è una delle più interessanti realtà musicali pugliesi che fonde rock inglese di ultimo grido, blues, qualche impressione wave, spingendosi fino a sporadici episodi folk e psichedelici.

The Black Spot parte dal pop e si spinge in direzione del rock alternativo, ricercando sonorità vintage e psichedeliche, mischiandole alle nuove sonorità elettroniche.

The Black Spot - I love brindisi
The Black Spot

Ph- è un progetto musicale di grande impatto che fonde i testi del cantautore brindisino Marco Maffei con arrangiamenti di stampo elettro-rock.

Thee Elephant è il nuovo progetto di Dola J. Chaplin, un folksinger fuori dagli schemi che ama lasciarsi contaminare dalle influenze più disparate. Una sorta di super gruppo della scena indipendente italiana che offre una personale rielaborazione del rock psichedelico di fine anni 60, attraverso la ricerca di un suono vintage e graffiante.

Gli artisti e le band della provincia di Brindisi proporranno nel loro repertorio un brano di Claudio Rocchi, in omaggio all’artista (venuto a mancare un anno fa) che, con la sua musica e le sue parole, ha letteralmente illuminato la prima edizione di Yeahjasì.

L’edizione 2014 prevede anche uno spazio live riservato ad artisti che proporranno la propria musica in versione unplugged subito dopo i workshop. Il 4 agosto si esibiranno gli Almajà e Tobia Lamare con Marcello Umbertone per Lobello Records. Il 5 agosto ci saranno i Leitmotiv e, per il progetto Desuonatori, Valerio Daniele e Giorgio Distante. Yeahjasì è inoltre felice di ospitare sul palco per il 4 di agosto un’esibizione-showcase della “Brindisi Hip Hop Community”.

La formula dello Yeahjasì è la stessa da tre anni, ed è sempre bello vedere cosa succede quando metti su un palco un musicista d’annata con dei “principianti”. Il 4 e 5 agosto vedremo il leader dei Marlene Kuntz Cristiano Godano suonare sul palco dello Yeahjasì accompagnato dalla JA band; Riccardo Sinigallia dalla YEAH band; Pierpaolo Capovilla (Il Teatro degli Orrori) dalla SI band; Emidio Clementi (Massimo Volume) da Le Poetèmodì.

Un festival che ti fa scoprire che sul palco non salgono solo grandi musicisti, ma uomini disponibili allo scambio artistico con i giovani talenti del territorio brindisino, in una interazione progressiva che prende il via durante i workshop pomeridiani curati da Barbara Santi (“Rumore”) fino ad arrivare alla collaborazione in sala prove e sul palco.