close

Highlight su Edoardo Fontana

highlight-su-edoardo-fontana-di-francesco-trinchera-i-love-brindisi

La vita da sportivo può spingere a muoversi dalla propria città anche in giovane età. È questa una storia già nota che si ripropone di tanto in tanto per le promesse sportive del brindisino. Una delle scuole di riferimento in città è quella dell’Aurora Brindisi, società in crescita che punta proprio sui giovani del territorio. La storia che vogliamo raccontare è quella di Edoardo Fontana, cestista che da qualche mese ha fatto le valigie e da Brindisi è partito per il Nord Italia, raccontando una nuova avventura sportiva targata Br. L’Aurora ha girato in prestito il giovane talento classe 1998 e l’accordo lo ha portato in Lombardia tra i giocatori delle giovanili dell’Assigeco Casalpusterlengo.

Fontana, dopo una trafila importante nella varie formazioni “under” del sodalizio brindisino, già in passato è stato sotto l’occhio del settore squadre nazionali. E poi, arriva all’inizio dell’attuale stagione sportiva l’opportunità di andare a giocare nella società lombarda e di confrontarsi con un basket diverso: “Si tratta – spiega Fontana – di una pallacanestro di livello più alto rispetto a quella pugliese, gli stessi allenamenti che facciamo sono più duri e c’è molta competizione tra compagni di squadra”.

Seguire il proprio sogno e il proprio talento anche per Fontana significa considerare l’esperienza oltre l’aspetto sportivo. Le differenze ci sono anche a livello di vita vissuta: “Abitiamo – aggiunge il giovane cestista – in un paese piccolo: siamo 14 ragazzi in una foresteria, probabilmente il clima migliore per la vita da agonista”. Resta un po’ di nostalgia per Brindisi, anche in considerazione della giovane età: “Tra le varie cose – conclude il giocatore – mancano ovviamente la famiglia e la cucina della nonna, oltre al tempo passato con gli amici di sempre”.