close

Solo andata, il teatro al Dopolavoro

solo andata teatro - I Love Brindisi

Arriva Solo andata, la rassegna di teatro promossa dalla compagnia Meridiani Perduti in collaborazione con il Dopolavoro di Brindisi. Dal 15 marzo al 3 maggio vanno in scena tre appuntamenti con la drammaturgia contemporanea con alcune delle compagnie italiane emergenti più interessanti del momento.

La rassegna Solo andata prende il via domenica 15 marzo con Creditori – Extreme rules, uno pettacolo tratto da I creditori di August Strindberg e messo in scena da una giovane compagnia nata negli ambienti della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano (di e con: Giuseppe Scoditti, Federica Garavaglia e il brindisino Francesco Rina, per la drammaturgia di Gabriele Geretz Albanese). Creditori Extreme Rules è uno spettacolo rock sulla drammaturgia classica di Strindberg. La lotta come metafora della recitazione porta tre attori allo scontro in un ring.

Creditori - Extreme rules - I Love brindisi

Secondo appuntamento con il volto giovane del teatro contemporaneo italiano, domenica 12 aprile con lo spettacolo della compagnia Contromano teatro (Molfetta) dal titolo Nella gioia e nel dolore, vincitore del premio nazionale Giovani realtà del teatro nel 2014. Lo spettacolo, di e con Elio Colasanto e Alessia Garofalo, è la vicenda degli sposini alla sommità di una gigantesca torta nuziale che vivono gli attimi del loro matrimonio, i riti, le usanze, le tradizioni, gli sfarzi, gli imprevisti, gli eccessi, gli scleri. Sabino e Nunzia sono due tipici sposini pugliesi, immersi nella loro quotidianità, nel loro mondo, piccolo e gretto, fatto di convenzioni.

Nella gioia e nel dolore - I Love Brindisi

L’ultimo appuntamento della rassegna Solo andata, è in programma per domenica 3 maggio con Via – epopea di una migrazione, uno spettacolo di e con Fabrizio Saccomanno e Sara Bevilacqua. Via – epopea di una migrazione è un esile ponte con un passato vicino e sconosciuto, la narrazione di una migrazione epica: quella dell’Italia del dopoguerra, degli accordi tra la nascente Repubblica Italiana e il Belgio, delle miniere di carbone e soprattutto di Marcinelle. In scena, i due attori, narrano le storie dei vagoni di un treno che portano gli uomini lontano dalla propria terra e, altrove, portano fuori dalla terra quel carbone che, nei racconti dei minatori un Dio furioso ha creato rivoltando il mondo sottosopra. Lo spettacolo, nato nel 2003, è stato portato dal grandissimo narratore Fabrizio Saccomanno in tutta Italia e perfino nelle miniere della Bolivia. La versione portata in scena per la rassegna, prodotta dalla Cooperativa Thalassia, ha ridato vita a un racconto carico di emozioni e di storia.

I biglietti per partecipare alla rassegna sono disponibili presso il botteghino del Dopolavoro (piazza Crispi, Brindisi) e presso Binario 23 (via Congregazione). Il costo del biglietto singolo è di 10 euro, con possibilità di abbonamento ai tre spettacoli a 25 euro. Per informazioni: 349/4490606 – 388/9953361